Navigation Menu+

Five Broken Cameras
di Emad Burnat, Guy Davidi. Palestina, 2011

Il bracciante palestinese Emad ha cinque telecamere, e ciascuna di loro racconta una parte diversa della storia della resistenza del suo villaggio sotto l’oppressione israeliana. Emad, che vive a Bil'in, ad ovest della città di Ramallah in Cisgiordania, continuerà a riprendere nonostante tutte le difficoltà e le opposizioni, comprese le proteste della moglie che teme rappresaglie. Un documento intensamente potente e personale sulla lotta di un villaggio contro la violenza e l'oppressione.

PREMI

Nominato come Miglior Documentario al Asia Pacific Screen Awards 2012; Vincitore Miglior Documentario Jerusalem Film Festival 2012; Vincitore del Busan Cinephile Award al Busan International Film Festival 2012; Premio miglior regia al Sundance festival 2012.

EMAD BURNAT

E’ un cameraman freelance palestinese e ha lavorato per dei programmi di Al-Jazeera e per la televisione palestinese. Ha inoltre preso parte a diversi documentari, tra cui Bil'in My Love, Palestine Kids, Open Close, e Interrupted Streams. Assieme a Guy Davidi ha girato Five Broken Cameras, film che ha vinto importanti riconoscimenti nei principali festival di documentari del mondo.

GUY DAVIDI

E’ un documentarista e docente di cinema che ha diretto e montato film  fin dall'età di 16 anni. Davidi ha diretto numerosi documentari e il suo primo lungometraggio, Interrupted Streams, ha debuttato nel 2010 al Festival Internazionale del Cinema di Gerusalemme. 

PROIEZIONI
Venerdi 01 Febbraio (incontro skype)
domenica 03 Febbraio h.18:30

L'INTERVISTA UFFICIALE A GUY DAVIDI REGISTA DI “5 BROKEN CAMERAS”

LEGGI L'INTERVISTA A GUY DAVIDI REGISTA DI “5 BROKEN CAMERAS”

A cura di Giulia Ghigi e Emma Rossi Landi

Sceneggiatura: Emad Burnat e Guy Davidi
Fotografia: Emad Burnat
Montaggio: Véronique Lagoarde, Ségot Guy Davidi
Musiche: Samir Joubran, Wissam Joubran, Adnan Joubran
Produzione: Alegria Productions , Burnat Films Palestine, Guy DVD